Logo Blogzine
2

Content is King

Il mercato del Content & Native Advertising cresce a doppia cifra e nel 2017 in Italia toccherà i 350 milioni di euro: “Content is King”.
Da quando il content marketing ha conquistato prepotentemente le luci della ribalta, tale frase è sicuramente fra le più usate(ed abusate).
Weagroup è immersa in questo contesto, ma crediamo che tutti, volenti o nolenti, ci siamo resi conto di vivere nell’epoca dell’overcrowding pubblicitario, e di un basso livello di attenzione da parte dei consumatori, i dati rivelano che la soglia media di attenzione è oggi inferiore ai 7 secondi, contro i 10 secondi del 2000, la lunghezza del contenuto deve essere ben pensata, il brand deve emergere, distinguersi ed essere memorabile per non essere “skippato” dall’utente.
La giusta chiave per il successo? La capacità di realizzare una comunicazione che metta il consumatore al centro e lo coinvolga emotivamente; ecco che la content strategy è in grado di rispondere a questa esigenza.
Siamo in un’epoca che ha fame di contenuti e il mercato lo conferma, sono 211.000.000 i contenuti prodotti ogni minuto in rete, 2,6 milioni i contenuti condivisi su Facebook, 260 mila foto pubblicate su Instagram, 350 mila foto inviate su WhatsApp, 72 ore i video uploadati su Youtube.
Per essere notati e scelti i Brand hanno bisogno di sviluppare contenuti di alta qualità lavorando sulla salienza a lungo termine, “memory salience”, ricordo di sensazioni, emozioni, profumi che permettono al consumer di prendere decisioni intuitive e fare scelte di acquisti veloci e su quella di breve periodo, “attention salience”, usando i touch point per costruire rilevanza nel momento esatto della scelta del consumatore.
Qualità, trasparenza, originalità, storytelling, creatività e pertinenza dei contenuti possono ridare importanza all’utente/consumatore, portandolo ad avere una relazione positiva con il brand.
Non possiamo che riaffermare “Content is King”, ma…”Creativity is Queen”, lunga vita a Re e Regina!

freccia_sx_rev